Dopo avervi raccontato l’importanza della routine, oggi vorremmo farvi un esempio di come organizzare una settimana tipo di studio, basandoci su uno dei nostri corsi annuali. I nostri corsi infatti prevedono una lezione a settimana con l’insegnante, e almeno un incontro di Language Café a settimana. Questo ovviamente è solo un esempio, ma speriamo aiuti a chiarire a livello pratico quello che finora abbiamo espresso solo in teoria.

Studio metodico: un esempio di routine

  1. Giorno 1, 20-30 minuti, giorno successivo alla lezione –> mi prendo del tempo per rivedere gli appunti presi in classe ed eventuali schede/materiali dati dall’insegnante. Se ho tempo cerco sempre di riscrivere gli appunti “in bella” dato che questo mi aiuta molto a ricordare e che poi mi rende più facile lo studio e il ripasso.
  1. Giorno 2/3: Language Café — metto in pratcia quanto visto in classe mi esercito nello speaking
  1. Giorno 4, 30-40 minuti, 1-2 giorni di distanza dal giorno due –> Svolgo alcuni o tutti gli esercizi nella piattaforma – se applicabile (in genere faccio questo nel weekend quando ho più tempo).
  1. Giorno 6, 10 minuti, il giorno prima della lezione o il giorno stesso –> Ripasso quanto studiato il giorno 2, ripeto vocaboli o svolgo gli ultimi esercizi rimasti per consolidare e prepararmi per la nuova lezione.

E lo studio naturale?

Oltre al tempo dedicato allo studio metodico come indicato sopra, la cosa migliore sarebbe anche dedicare 10-15 minuti al giorno a fare qualcosa di pratico con la lingua straniera che si sta imparando: leggere un libro o una rivista (per piacere personale), usare i social media in lingua, guardare video o programmi TV in lingua. Insomma, qualsiasi cosa sia di vostro interesse e non vi pesi fare in lingua.

Ora, so che qualcuno di voi avrà pensato: ma dove trovo tutto questo tempo? Certo, tempo richiesto da questa routine è tanto, ma d’altronde studiare una lingua, come tante altre cose, richiede impegno e costanza, ma soprattutto tempo. Se non riuscite a trovare il tempo, domandatevi se riuscite a tagliare qualcos’altro di meno importante (servono proprio tutte quelle ore spese davanti alla TV o a Facebook?), e se invece non riuscite a trovare niente di meno importante da tagliare, chiedetevi quale e quanta motivazione avete per studiare la lingua in questione.

Per aiutarvi in questo compito, la prossima volta proporremo una 30-day challenge che vi aiuterà a testare la vostra capacità – e voglia! – di mettere in pratica un’efficace routine per imparare una lingua straniera. Stay tuned!